Premio di architettura Smart Building

Premio Smart Building 2017

Smart Building Expo, in collaborazione con la rivista The Next Building, promuove il Premio Smart Building 2017 per dare rilievo e visibilità al concetto di edilizia smart. Il Premio è rivolto a committenti, progettisti, costruttori che rendono possibile lo sviluppo dell’intelligenza dando forma all’innovazione nell’uso dell’edificio basata sulla rivoluzione digitale.

Il Premio promuove pubblicamente l’architettura Smart attraverso la valorizzazione dei suoi attori principali e stimola la riflessione intorno al concetto di smart building come motore e volano di criteri progettuali per il risparmio energetico, la gestione, il comfort e la sostenibilità complessiva. Il Premio è rivolto alle opere realizzate in Italia, ultimate dal 1 gennaio 2013 al 1 luglio 2017.

I vincitori del premio Smart Building 2017

La Giuria del Premio Smart Building 2017, conclusa la fase di analisi dei progetti presentati, ha reso note le conclusioni del suo lavoro.

Nell’esprimere soddisfazione per la qualità dei progetti presentati, malgrado si trattasse a tutti gli effetti di una prima edizione dopo quella di lancio dello scorso anno che a Bologna aveva premiato la nuova sede della Fondazione Feltrinelli di Porta Volta a Milano; la giuria ha insindacabilmente decretato i vincitori nelle diverse categorie che sono:

Categoria beni culturali
mostre e musei

Corde Architetti Associati per l’allestimento del Museo di storia della Medicina di Padova

A fronte di numerosi progetti di mostre temporanee presentati, la Giuria ha voluto premiare anzitutto lo sforzo di un’istituzione museale permanente che ha saputo unire a un rigoroso progetto scientifico, museologico e museografico un utilizzo sapiente delle più moderne tecnologie per trasformare la visita in una vera esperienza multisensoriale, in grado di coinvolgere il visitatore anche da un punto di vista emozionale. Un progetto che anche dal punto di vista del contesto si caratterizza per l’assoluta coerenza, essendo Padova, con la sua Università, una delle patrie della moderna medicina.

Categoria terziario/uffici

Atelier(s) Alfonso Femia per il nuovo edificio direzionale di BNL BNP Paribas a Roma Termini

Al progetto per la nuova sede di BNL BNP Paribas di Roma va sicuramente il merito di essersi imposto in una categoria con una concorrenza molto agguerrita; gli edifici ad uso direzionale, infatti, costituiscono oggi evidentemente una delle palestre privilegiate nella sperimentazione dell’uso delle nuove tecnologie in ambito edilizio. Al di là del valore iconico dell’architettura che colpisce i milioni di viaggiatori che transitano per la stazione di Roma Termini, l’edificio è frutto di una progettazione autenticamente contemporanea, ovvero condivisa e plurale, che proprio in virtù di questa pluralità ha consentito di raggiungere l’obiettivo posto della certificazione Leed Gold Core & Shell grazie ad un uso intelligente e massiccio della tecnologia che si dimostra strumento essenziale per il benessere e l’efficienza dei luoghi di lavoro.

Categoria residenziale
co-housing

Gianfranco Marino per il residence iChiani a Gagliano del Capo (LE)

In una categoria che sconta ancora un ritardo significativo in Italia, la Giuria ha deciso di premiare un progetto di residenza turistica, ispirato ai valori e ai principi del turismo sostenibile. L’Arch. Gianfranco Marino, infatti, ha realizzato nel cuore del Salento un intervento significativo che ha saputo trasformare un semplice casolare pugliese senza alcun pregio particolare in una struttura ricettiva turistica monofamiliare di successo. Un lavoro che ha implicato una progettazione e realizzazione assolutamente all’avanguardia e che ha permesso al residence iChiani di essere il primo edificio con certificazione CasaClima Gold del Salento. L’arch. Marino per l’occasione ha inoltre messo in atto un processo di formazione delle maestranze sulle tecnologie adottate al fine di ottenere un’esecuzione all’altezza del progetto e degli obiettivi da raggiungere. Soprattutto questa particolarità ha colpito la giuria, perché riconosce un ruolo al committente e al progettista assolutamente attivo nel processo di divulgazione delle nuove tecnologie del costruire, che è in perfetta sintonia con lo spirito del premio.

Premio prodotto smart dell’anno
categoria industry

Open Sky per il prodotto Combo

COMBO nasce da un progetto di ricerca e sviluppo condotto dai tecnici di Open Sky in collaborazione con l’Università degli studi di Roma “Tor Vergata” e co-finanziato da un bando dell’Agenzia Spaziale Europea. Obiettivo semplice, ma non banale, è offrire alle realtà che dispongono di connessioni non all’altezza delle esigenze (e in Italia sono moltissime), uno strumento semplice ed efficace per migliorarle grazie all’abbinamento di due tecnologie dotate di autonome infrastrutture (adsl-satellite, wifi-satellite, adsl-wifi). Ciò che si ottiene è una innovativa “connessione ibrida”, che sfrutta due motori e li riconduce ad un unico IP statico. Soprattutto questa innovazione costituisce una novità assoluta e aggiunge alle garanzie di un vera struttura di backup (che viaggia cioè su due canali nettamente distinti) una semplificazione molto significativa dell’attività dei system integrator, dei sistemisti e dei facility manager nella gestione delle reti aziendali.

Premio prodotto smart dell’anno
categoria start up

Midori per il prodotto NED

NED è l’esito del lavoro di una start up, la Midori, costruita attorno ad un team di giovanissimi che sanno sfruttare alla perfezione ciò che oggi offre la tecnologia. Nell’ambito dell’edificio intelligente è noto che uno dei principali driver è costituito dall’efficientamento energetico, che si ottiene con strumenti passivi (l’involucro), attivi (gli impianti e i sistemi di gestione) ma anche e soprattutto con la cultura e l’informazione. NED, che non a caso ci appare come uno “smile” dei nostri smartphone, mira in modo semplice ed efficace a dare consapevolezza ad ognuno di noi del proprio impatto sull’ambiente, evidenziando i nostri consumi energetici e quindi la nostra impronta ecologica e spronandoci ad agire a vantaggio del pianeta… e delle nostre tasche.

Premi

Il Premio si articola in tre categorie secondo le destinazione d’uso dell’edificio.

Beni culturali Premio all’innovazione di progetto per l’applicazione di tecnologie smart nel comparto dei beni culturali, con attenzione all’efficientamento degli edifici e dei servizi museali, alla conservazione/fruizione/valorizzazione delle collezioni.
Terziario/uffici Premio all’innovazione di progetto legato all’utilizzo di tecnologie/soluzioni smart negli edifici direzionali e per uffici.
Residenziale/co-housing Premio all’innovazione di progetto per le funzioni sociali della tecnologia smart nel residenziale e co-housing.

Premio al prodotto smart dell’anno

Nell’occasione del Premio Smart Building, e facendo riferimento alle medesime condizioni generali del bando, è stato istituito anche il premio speciale che verrà assegnato ad un prodotto tecnologico relativo allo smart building. La giuria deciderà qual è il prodotto più innovativo presentato nell’ambito di Smart Building Expo. Questo premio speciale è perciò riservato alle sole aziende espositrici a Smart Building Expo 2017 che si terrà in Fiera Milano – Rho in contemporanea con la fiera Sicurezza.

Contestualmente all’attenzione rivolta verso i progetti di architettura, Smart Building Expo intende quindi dare evidenza e visibilità anche all’aspetto dell’innovazione di prodotto, elemento fondamentale per lo sviluppo dell’economia legata all’edificio intelligente.

Giuria

  • Tiziana Maffei (ICOM Italia)
  • Ludovico Solima (Università della Campania “Luigi Vanvitelli”)
  • Roberto Vogliolo (SIEC)
  • Domenico Lunghi (Fiera Milano)
  • Ingrid Paoletti (Politecnico di Milano)
  • Luca Baldin (Smart Building Expo)
  • Roberta De Ciechi (The Next Building)
  • Maria Grazia Mattei (Mattei Digital Communication) 

Premiazione

La cerimonia di consegna dei premi Smart Building 2017 avverrà mercoledì 15 novembre con inizio alle ore 11.00 nella sala Leonardo in Fiera Milano Rho (Pad 3), in concomitanza con l’opening event di Smart Building Expo.

In collaborazione con

The next building

Con il patrocinio di

ICOM